Analisi termica del giunto di posa del serramento: quale norma?

{{{?:0}}}

La valutazione termica del giunto di posa  di un serramento è governata essenzialmente da tre norme:

  1. la UNI EN ISO 10077-1:2007 e UNI EN ISO 10077-2:2003  per il calcolo della trasmittanza termica del Serramento
  2. la UNI EN ISO 10211 per il calcolo del ponte termico del giunto di posa
  3. la UNI EN ISO 13788: 2003 per la verifica delle temperature superficiali (rischio condensa/muffe)

Al punto 1 delle due norme UNI EN ISO 10077-1 e -2 viene detto esplicitamente che:

  • gli effetti del ponte termico tra il telaio della finestra o della porta ed il resto dell’edificio sono esclusi dal calcolo
  • nella norma non viene considerato il calcolo di condensazione.

Le norme 10077  vanno usate quindi al solo fine di ottenere il valore di trasmittanza del serramento (vetro più telaio del serramento) ma non per la parte di giunzione con la muratura.

Inoltre le norme non contengono alcun riferimento o indicazione alla verifica delle temperature superficiali. Anzi: al punto 5.2 della UNI EN ISO 10077-2 viene chiarito che “per il calcolo del rischio di condensazione vedere la norma EN ISO 10211”.

L’analisi termica del giunto di posa deve quindi essere effettuata secondo la UNI EN ISO 10211 “Ponti termici in edilizia – Flussi termici e temperature superficiali- calcoli dettagliati” per quanto riguarda il calcolo del flusso termico ai fini di calcolare le dispersioni termiche del giunto (valore PSI).

La stessa norma EN ISO 10211 fa riferimento alla EN ISO 13788 “Prestazione igrotermica dei componenti e degli elementi per l’edilizia – Temperatura superficiale interna per evitare l’umidità superficiale critica e condensazione interstiziale” per la valutazione delle temperature superficiali.

In definitiva, volendo riferirsi alle norme internazionali, l’analisi termica del giunto serramento/parete deve essere effettuata:

  • con la UNI EN ISO 10211 se intendiamo calcolare la dispersione del giunto
  • con la UNI EN ISO 13788 se vogliamo valutare le temperature superficiali critiche per il rischio di muffe/condense

Effettuare l’analisi delle dispersioni del giunto con la 10077-2 invece che con la 10211  può portare a un valore leggermente diverso del flusso a causa delle diverse modalità di calcolo delle cavità e dei diversi valori di resistenza superficiale.

Effettuare l’analisi delle temperature superficiali del giunto con la 10077-2 invece che con la  13788  può portare a  differenze anche sensibili sui valori di temperatura a seconda delle zone del bordo.

La norma 10077 prevede infatti una resistenza superficiale:

  • maggiore, rispetto alla  13788, in alcune zone del telaio
  • minore, rispetto alla 13788, nel resto della struttura

CONCLUSIONI

Con Frame Simulator è possibile calcolare la trasmittanza termica Uf e Uw del serramento secondo la norma  UNI EN ISO 10077-1 e  UNI EN ISO 10077-2.

Le norme che regolano il calcolo dei ponti termici e della valutazione del rischio di condensa superficiale sono però diverse: rispettivamente la UNI EN ISO 10211:2008 e la UNI EN ISO 13788:2003.   Per questo abbiamo messo a punto un software dedicato, MOLD SIMULATOR, che esegue i calcoli ed è validato secondo tali norme.

I valori della trasmittanza Uf dei nodi del serramento, calcolati con Frame Simulator, vengono utilizzati nel calcolo del PSI di posa fatto con con Mold Simulator.

Per avere tutti i valori a norma del giunto di posa del serramento è quindi necessario utilizzare entrambe i programmi  Mold Simulator e  Frame Simulator.

Con questi due programmi è possibile simulare un qualsiasi infisso, posato su una qualsiasi struttura ed ottenere:

  • le temperature superficiali in ogni punto e quindi anche in punti specifici Theta1 e Theta 2 (come richiesto da Casaclima)
  • l’indicazione automatica del punto con temperatura minima superficiale ed il suo valore
  • il valore del fattore minimo di temperatura fRsi nello stesso punto
  • il valore, calcolato in automatico,  del PSI del ponte termico sia interno che esterno
  • il valore della temperatura media lungo i bordi e su precisi tratti del bordo interno (come richiesto per i certificati Passivhaus)

, , , , , , , , , ,